Comunicati Stampa | Bestdrive Professional

Comunicati Stampa

Gastaldi Gomme: “l’approccio a 360 gradi determinante per il successo di Continental”

Gastaldi Gomme BestDrive Professional è a Tornata (CR) in Via Europa 7 e da oltre 50 anni un’azienda leader nella vendita e assistenza di pneumatici per vettura, trasporto leggero, autocarro e agro. Abbiamo intervistato Paolo Gastaldi, titolare insieme al fratello Mauro dell’azienda, che ci ha parlato della sua visione del business, di come si sta evolvendo il mercato e del rapporto con BestDrive.

Cosa può dirci della sua azienda? Quale è la sua storia?

L’azienda nasce nel 1966 per iniziativa di mio padre. Allora era una piccola superficie 50 metri quadri in tutto divisi in due spazi. Gommista e autolavaggio. Si sviluppa abbastanza in fretta, e dopo 13 anni il capannone è di 300 metri, per poi passare ai 1.200 metri con annessi 6.000 metri di terreno. Il lavoro aumenta e l’azienda continua il suo sviluppo anche negli anni seguenti. Nel 1987 c’è stata una svolta di carattere organizzativo che, a guardarla oggi, è una delle ragioni del nostro successo. Ci dividemmo i compiti, io e mio fratello Mauro. A lui la gestione del business “consumer” vettura e moto, a me l’industria, truck e agro. Questo ci ha consentito di crescere in modo costante, avendo due linee di business distinte ma integrate. Tutto ciò è potuto succedere grazie all’autonomia di gestione che mio padre ci concesse, con lungimiranza. Nel 1995 è nata l’avventura della filiale di Viadana, nel 2000 abbiamo raggiunto i dodicimila metri coperti e nel 2005 abbiamo attivato un impianto di ricostruzione. Nel 2010 Gastaldi Gomme Service è anche un grossista con tre agenti per il nord Italia.

Oggi siamo 33 persone e siamo una azienda molto diversificata e integrata, conoscendo il mercato da tutti i punti di vista: ingrosso, e dettaglio, forniamo clienti finali e flotte e quindi abbiamo sotto controllo tutte le dinamiche.

Come è fatto il territorio nel quale operate?

È un territorio agricolo, siamo al centro di un triangolo tra Cremona, Parma e Mantova. C’è anche industria, prevalentemente di trasformazione delle produzioni agricole. Per questo tipo di territorio è necessario investire sul prodotto e avere un magazzino completo perché le macchine devono lavorare e dobbiamo consegnare in 24h. A questo si aggiunge il nostro fondamentale ruolo di consulenti, perché – ad esempio – l’agricoltura è un mercato che richiede conoscenze specifiche e un supporto specialistico. Saper risolvere i problemi con tempestività ed efficienza fa la differenza e crea una partnership con il cliente di lungo periodo. La scelta di creare un magazzino che un tempo poteva sembrare un azzardo, oggi paga perché una volta i tempi di consegna erano di 5 giorni. Oggi siamo rapidi ed efficienti.

Qual è il vostro punto di forza?

L’articolazione della struttura. Oggi possiamo contare sulla logistica, sui sistemi di gestione, sul backoffice, abbiamo i capannoni che ci servono e abbiamo la leva finanziaria sotto controllo. Quindi siamo molto solidi sia dal punto di vista delle strutture che da quello operativo/gestionale. La composizione articolata è quindi il nostro vero punto di forza. E stiamo migliorando costantemente su tutti questi fronti. Il mercato evolve e l’azienda si deve mantenere al passo, senza necessariamente “rincorrere il fatturato” ma operando con oculatezza

A proposito di cambiamenti: come vede l’evoluzione del mercato?

Non credo molto negli scenari, è sempre difficile fare previsioni. Penso che si debba sempre tenere bene in vista alcune priorità. Per prima cosa ci vuole un’attenzione smisurata per il cliente. Occorre fiducia reciproca e – bisogna dirlo – è necessario anche fare una selezione tra i clienti perché non tutti sono affidabili allo stesso modo. D’altra parte, anche nel nostro settore non tutti gli operatori sono affidabili e molti fanno i propri interessi senza tenere troppo in considerazione quelli del cliente. Occorre rispetto reciproco e trovo che a causa di alcuni, il nostro lavoro non sia tenuto in grande considerazione.

Ritengo che spesso al cliente serva un consulente, specie per applicazioni agro o industria. Oltre a vendere uno pneumatico è sempre necessario avere chiaro cosa deve fare la macchina sulla quale quello che vendiamo dovrà essere montato. È indispensabile avere un quadro preciso di come verranno usati i prodotti. Tutto questo si trasforma in soddisfazione del cliente e in fiducia reciproca. La seconda cosa importante è la capacità dell’azienda di rispondere a tutte le possibili necessità presenti e future. Questo risultato si ottiene adeguando la professionalità e le strutture e ci vuole supporto qualificato per la prima e lungimiranza per le seconde.

Per quanto riguarda l’evoluzione del mercato in generale io vedo il consolidarsi delle flotte strutturate e più grandi, ma allo stesso tempo vedo ancora vincente la flessibilità degli operatori più piccoli, che rispetto alle grandi aziende hanno più ampi margini di manovra nella gestione delle persone. Infine, una fascia di mezzo di strutture che forse soffriranno un po’ di più. Ma – lo ripeto – è difficile fare previsioni.

Il suo rapporto con Continental?

Quello con Continental è uno dei contratti più vecchi. Ho visto crescere l’azienda in Italia e ho grande fiducia sul suo futuro. Sono certo che grazie alla sua capacità di inquadrare il business a 360 gradi ha un futuro assicurato, anche grazie alle competenze automotive. Anche per questo ho scelto l’offerta di BestDrive Professional. È una partnership basata tra l’altro su uno degli aspetti fondamentali: la formazione professionale degli operatori, che si riesce a garantire solo grazie al supporto di queste grandi insegne. Oggi il contenuto tecnologico dei mezzi e dei pneumatici è enorme e sta crescendo. Non è più tempo di martello e scalpello, oggi bisogna possedere conoscenza tecnica specialistica ed essere sempre aggiornati. È indispensabile un cambio di cultura, è necessario approcciare il prodotto in modo nuovo e la professionalità degli operatori si deve necessariamente alzare. Lo sviluppo delle risorse è uno degli aspetti critici per la crescita di un’impresa oggi. È necessario un livello più elevato fin dalle fasi di selezione per una serie di ragioni legate alla complessità dei prodotti e del flusso del lavoro. Ci capita spesso di dover risolvere problemi che impediscono ai nostri clienti la continuità operativa. Proprio l’altro giorno la mia squadra ha risolto un problema tecnico ad un trattore di un Consorzio Agrario che grazie a questo intervento ha potuto riprendere il lavoro in tempo breve, con grande soddisfazione. Per far ciò, la chiave è avere le persone giuste, perché saper gestire il prodotto non è più sufficiente, occorre saper lavorare su uno spettro più ampio. Serve una cultura nuova e solo un grande gruppo ci può accompagnare in questo cambiamento.

Read More

Il ruolo del gommista è destinato a cambiare – intervista a Satep BestDrive Professional

Satep BestDrive Professional è a Napoli, in via Ferrante Imparato 190, e da oltre 30 anni un’azienda leader in Campania nella vendita di pneumatici per auto, autocarri, autobus, carrelli industriali e ogni tipo di camion e TIR e tutti i servizi collegati. Grazie alle officine mobili, l’assistenza ai mezzi è garantita 24 ore su 24 in tutta la Campania. Abbiamo intervistato uno dei soci dell’azienda, Giampiero Tedesco, che ci ha parlato della sua visione del business, di come si sta evolvendo il mercato e del rapporto con BestDrive.

Come nasce Satep e quali sono i principali sviluppi dell’azienda? 

L’azienda nasce nel 1969 come ricostruttore e rappresenta una delle prime esperienze in Italia e probabilmente anche in Europa. Fu grazie ad un’intuizione di mio padre, alla quale ne seguirono molte altre. Oltre all’esperienza nella ricostruzione, sempre su suo stimolo infatti, avvenne nel 1988 il debutto nella rivendita, con l’apertura del primo punto vendita su piazza. Cambiò un po’ il rapporto con i gommisti: alcuni di loro si trasformarono da clienti a concorrenti.

Allora i clienti della ricostruzione erano le aziende di trasporto persone, che lanciavano gare di appalto per la fornitura di pneumatici alle quali partecipavamo con successo. Oltre a questo settore di business è cresciuto nel tempo il rapporto diretto con l’utente finale, grazie al buon sviluppo dell’attività in negozio.

Qual è il vostro punto di forza?

Certamente la componente servizio. Siamo stati i primi nella zona ad effettuare servizio in esterna con officine mobili. Oggi disponiamo di 11 mezzi con servizio H/24 e siamo certamente molto avanti rispetto alla concorrenza. Anche questa fu un’intuizione di mio padre. Con questa attività sviluppiamo circa il 60% del fatturato dell’azienda e siamo riconosciuti come estremamente competitivi. Dobbiamo invece crescere nell’attività tradizionale in officina, specie per quanto riguarda la preparazione tecnica degli addetti che, tra l’altro, sono molti difficili da reperire. Il mestiere del gommista sui truck è poco attrattivo e i giovani non vogliono intraprendere questa attività. L’età media degli operatori è molto alta e non c’è ricambio. Così come le aziende di trasporto non trovano autisti, noi non troviamo operatori qualificati e motivati.

Come vede l’evoluzione del mercato?

Il mercato cambia molto velocemente e in profondità. Iniziamo dal fatto che ad esempio le aziende di trasporto pubblico oggi lanciano bandi di gara “full services” cioè comprensivi di manutenzione, meccatronica, e carrozzeria oltre che pneumatici. Siamo quindi diventati fornitori di fornitori, non facendo alcuna attività complementare ai pneumatici. Oltre a ciò, si afferma sul mercato la formula del contratto chilometrico (con tariffazione a chilometro tutto incluso) e anche questo richiede particolari strutture per essere applicato. Le grandi flotte trattano direttamente con le multinazionali (Continental, Bridgestone, Michelin) e si accordano per servizi e fatturazione diretta. Questa evoluzione se da un lato ci taglia fuori come fornitore diretto, dall’altro ci consente di legarci in partnership con i grandi produttori e questa è la strada in cui crediamo e che abbiamo intrapreso. Ritengo che questo mercato sia particolarmente complesso da interpretare senza una visione di insieme e quindi auspico un legame sempre più stretto con chi è in grado di leggere fenomeni su larga scala che hanno impatto anche sul territorio. La concentrazione delle flotte, l’aumento della loro dimensione, la ricerca dell’efficienza di costo e di servizio sono ormai fenomeni consolidati e ben visibili anche a livello territoriale. Essere legati ad un grande gruppo ci mette al riparo da situazioni complesse e ci dà strumenti evoluti per affrontare un mercato in evoluzione. Formazione, qualità dei supporti di comunicazione, marketing … sono cose indispensabili oggi. Per il futuro vedo aziende come la mia che diventano veri bracci operativi delle multinazionali. Il mercato di domani sarà caratterizzato da nuovi modelli di business come ad esempio il noleggio. Pur essendo tra i primi dieci montatori in Italia e potendo contare su agenti sul territorio ritengo indispensabile avere l’appoggio di un grande gruppo. Per questo ho deciso di partecipare al programma BestDrive Professional.

Quali pensa possano essere le basi sulle quali impostare il futuro?

Le basi per il futuro sono le stesse che ci hanno consentito di arrivare fino ad oggi. È un fatto di approccio al mestiere e di cultura. In questo lavoro sono necessari innanzitutto etica e un’abnegazione totale. Non ci si può risparmiare o tirare indietro e bisogna dare tutto. La seconda cosa è il rapporto con il cliente. Io dico sempre che bisogna a volte anche saper perdere – commercialmente parlando – per raggiungere obiettivi di lungo periodo. Concedere qualcosa per mantenere la relazione può essere la mossa vincente nel lungo termine. Chi specula e ricerca sempre il massimo del profitto è destinato ad avere rapporti di breve durata e vedrà il suo business ridursi sempre più. Oggi vince la partnership ed è necessaria soprattutto la correttezza nei rapporti; mi riferisco ai clienti, ai fornitori, ai collaboratori, a chiunque. Questo aggiunge valore al lavoro che facciamo e all’azienda.

Oltre a questo è necessario crescere, sia professionalmente che come struttura. Per questo ritengo sia fondamentale stringere sempre più la partnership con un grande gruppo come Continental, che ci può guidare in questa ricerca di nuovi spazi. Siamo nel mezzo di una trasformazione e attorno a noi si muovono da un lato le multinazionali che producono e dall’altro le grandi flotte. Questi due soggetti trattano direttamente tra loro e noi dobbiamo essere capaci di ottenere la fiducia di entrambi questi player per continuare ad avere un ruolo nel mercato. Per questo motivo io sono convinto che sia indispensabile legarsi ad un brand prestigioso anche a rischio di perdere un po’ della propria autonomia. Va fatto nel modo giusto, questo è certo. Ma è una questione di grande importanza se si vuole mantenere viva ed in crescita la propria azienda. Noi riteniamo di aver fatto la scelta giusta diventando BestDrive, per continuare a essere al passo con il mercato come lo siamo stati negli ultimi cinquant’anni!

Read More

Nasce la rete BestDrive Professional

Si allarga la famiglia BestDrive: nasce infatti la rete BestDrive Professional, presentata a Transpotec e dedicata agli specialisti del business truck. BestDrive Professional è la rete di Continetal che racchiude in se’ sia l’esperienza retail di BestDrive nel mondo vettura, network internazionale costruito in 20 anni di attività in tutto il mondo, sia le competenze e leadership tecnologica del gruppo tedesco.

I rivenditori che fanno parte della rete BestDrive Professional, potranno beneficiare di diversi contenuti quali la consulenza, formazione, supporto al marketing locale, gli immancabili servizi Conti360° Fleet Services e molto altro.

Questi contenuti nascono per supportare e sviluppare maggiormente il business autocarro dei rivenditori partner permettendo loro di diventare referenti principali per le flotte di autotrasporto su tutto il territorio nazionale. La rete BestDrive Professional, anche se è nata da poco, conta già 20 affiliati in tutta Italia, con ambiziosi obiettivi di crescita, in primis qualitativa.

Il fatto che rivenditori leader nel business autocarro abbiano deciso di entrare a far parte della famiglia BestDrive Professional è un segnale dell’ottima partnership con Continental sviluppata negli anni. I rivenditori hanno fiducia nei valori e nelle opportunità veicolate da Continental, come testimonia anche l’alta partecipazione ed il grande entusiasmo registrato tra i rivenditori che hanno partecipato alla convention fondativa di BestDrive, che si è svolta a Milano a inizio 2019.

“La nascita di BestDrive Professional – sottolinea Enrico Moncada, Responsabile della Business Unit Truck Replacement di Continental Italia – consente a Continental di riaffermare la sua leadership nell’ambito della fornitura di prodotti e servizi alle aziende di trasporto. Vogliamo essere vicini alle necessità delle aziende che si rivolgono a noi e rispondere alle loro esigenze con competenza e precisione. Con la nascita di BestDrive Professional il livello dei servizi offerti da Continental si alza ulteriormente”.

“Il valore aggiunto garantito da BestDrive – aggiunge Dario De Vito, General Manager Conti Trade Italia e responsabile dello sviluppo della rete BestDrive – è il fatto di essere legata ad un grande gruppo tecnologico come Continental. Il nostro obiettivo è quello di proporre una gamma completa di servizi aderenti alle necessità dei nostri clienti, con un’attenzione orientata a soddisfare le necessità peculiari di ogni cliente”.

Read More

BestDrive e il futuro delle reti: visione d’insieme e presidio del territorio

Nei giorni 7 e 8 febbraio si è svolta la seconda Convention nazionale della rete BestDrive, alla quale hanno partecipato gli oltre centotrenta imprenditori che oggi animano la rete targata Continental sul territorio nazionale. L’incontro, che ha toccato tematiche di stretta attualità in uno scenario che cambia molto rapidamente, ha dato vita a un forte coinvolgimento. I partecipanti hanno infatti potuto confrontarsi con la visione prospettica di un grande player del mondo automotive, insieme ai vertici di Continental e di BestDrive.

Il mondo dell’automotive e dei trasporti cambia molto velocemente: le nuove vetture si integrano con il contesto, sono connesse e sempre più in grado di autogestire i tempi e i modi della manutenzione,  l’elettrificazione è ormai in vista e il contenuto tecnologico delle vetture di recente immatricolazione è sempre più elevato e richiede professionalità evolute. L’essere “in rete” è quindi un requisito indispensabile per
sopravvivere e adattare il proprio modello di business a questo scenario. Scenario in cui far parte della rete BestDrive, legata a Continental che è tra i protagonisti della trasformazione in corso, significa avere una visione privilegiata del futuro. Un elemento che aumenta la competitività degli imprenditori perché consente di sviluppare risposte concrete ai bisogni della rete.

Durante la Convention è stato anche svelato il nuovo pneumatico estivo a marchio BestDrive, un prodotto dalla tecnologia premium e dal disegno esclusivo che rappresenterà una leva in più nel mix di offerta dei rivenditori della rete. Insieme al nuovo BestDrive Summer ha fatto il suo debutto anche il nuovo BestDrive VAN Summer, progettato specificamente per il trasporto leggero. Entrambi i nuovi prodotti sono già disponibili e consentiranno alla rete di affrontare la stagione estiva con un importante elemento di differenziazione dell’offerta, che beneficia di tutto il know-how e delle più recenti tecnologie sviluppate per la linea premium di Continental.

La seconda giornata si è svolta all’insegna della relazione con il cliente e dell’organizzazione del lavoro.

L’esperienza di acquisto è l’elemento che più di tutti è in grado di valorizzare l’offerta del brand: il cliente finale, infatti, tende a valutarne la qualità come uno degli elementi decisivi nella scelta, confrontando modelli differenti e settori differenti. Conseguentemente, molti Rivenditori investono risorse per migliorare questo aspetto della vendita. Nell’acquisto di beni che si svolge nei negozi fisici, l’elemento differenziante è proprio legato alla qualità dell’esperienza che il cliente vive. BestDrive investe molte risorse nella formazione delle squadre degli imprenditori affiliati e ha messo a punto dotazioni e attrezzature che hanno l’obiettivo di migliorare la qualità del tempo che il cliente trascorre all’interno dei punti vendita.

In tema di organizzazione i partecipanti sono stati coinvolti in un lavoro di gruppo che ha esaltato la necessità di applicare un modello di organizzazione del lavoro in grado di esaltare le capacità dei singoli e  finalizzare il lavoro delle squadre al raggiungimento di obiettivi comuni. Solo con questo tipo di approccio infatti sarà possibile raggiungere l’efficienza necessaria per competere in futuro.

“Il nostro approccio al mercato – dichiara Dario De Vito, General Manager di Conti Trade Italia e responsabile della rete BestDrive – è orientato a supportare gli imprenditori nello sviluppo delle loro aziende in un contesto sempre più dinamico. Vogliamo valorizzare le caratteristiche tipiche di ogni imprenditore esaltando lo stile e le capacità di ciascuno e sviluppando un concetto di rete che deve crescere grazie al contributo di tutti. Siamo convinti che, grazie a questa modalità, potremo crescere in modo sostenibile e duraturo, assicurando il necessario grado di libertà alle scelte imprenditoriali dei singoli e fornendo loro la visione di un grande gruppo con oltre 1.900 punti vendita in Europa, e che – grazie al legame con Continental – è tra i protagonisti del cambiamento della mobilità. Agire localmente con una visione globale è la nostra missione. La crescita della rete – che conta oggi più di 130 punti vendita in Italia – ci consente inoltre di mettere a punto strumenti di marketing innovativi e grandi novità di prodotto. Siamo certi che le capacità relazionali di imprenditori radicati nei loro territori, un brand sempre più forte e il contributo di nuovi ed esclusivi prodotti sia la migliore risposta ad uno  scenario complesso e in grande trasformazione.”

Read More

ContiConnect, la piattaforma digitale di Continental per il monitoraggio degli pneumatici

  • ContiConnect monitora, analizza e trasmette dati su temperatura e pressione degli pneumatici per flotte di veicoli commerciali, come autocarri, autobus o veicoli industriali o per movimento terra
  • Il monitoraggio degli pneumatici da remoto è possibile grazie alla combinazione di vari componenti, inclusi sensori di pneumatici, una stazione di lettura (Yard Reader Station), un back-end, un portale web e servizi di notifica
  • ContiConnect garantisce produttività aumentata e costi di manutenzione ridotti, oltre a un’efficienza massimizzata

ContiConnect, la piattaforma digitale di Continental per il monitoraggio degli pneumatici per flotte di veicoli commerciali, è disponibile sul mercato italiano. ContiConnect consente di massimizzare l’efficienza delle flotte e di inviare messaggi di allarme se la pressione degli pneumatici si allontana dal valore stabilito. Grazie a queste informazioni, la flotta beneficia di un numero ridotto di avarie, di costi di manutenzione più bassi e di un aumento della produttività, con la conseguente creazione di valore. ContiConnect permette ai fleet manager di agire in maniera proattiva, senza dover risolvere in modo reattivo problemi relativi non solo ad un unico veicolo ma a flotte intere.

“ContiConnect – sottolinea Michael Neuheisel, responsabile di Continental per le soluzioni digitali per pneumatici di veicoli commerciali – rappresenta il trampolino di lancio affinché Continental diventi un partner fondamentale per i servizi di comunicazione dei dati relativi agli pneumatici. Questa piattaforma digitale di monitoraggio degli pneumatici ci ha permesso di fare un grande passo in avanti nella nostra evoluzione da produttore leader nel settore degli pneumatici a solution provider a 360° per le flotte di veicoli commerciali. Ampliamo la nostra consolidata esperienza nel settore degli pneumatici con dati creati da sensori, partendo dai nostri pneumatici per autocarri, autobus e veicoli speciali”.

La nuova piattaforma digitale di monitoraggio degli pneumatici ContiConnect è costituita da diversi componenti che possono essere combinati in molteplici modi.

Il sensore dello pneumatico – lo pneumatico diventa intelligente

Il sensore collega gli pneumatici del veicolo all’ambiente esterno. Questo dispositivo è montato sullo spessore interno dello pneumatico. In questo modo è assicurata una posizione di montaggio del sensore ottimale che permette di misurare con estrema precisione sia la pressione dello pneumatico sia la sua temperatura. Sono disponibili due tipi di soluzione: con installazione a posteriori o preinstallato. Lo pneumatico intelligente made in Continental dispone di un sensore preinstallato che rende più facile e comodo l’avvio del monitoraggio degli pneumatici nel caso di flotte (con un risparmio in termini di tempo) e al contempo garantisce che l’alloggiamento sia montato correttamente nello pneumatico fin dall’inizio. Lo pneumatico intelligente è già disponibile per una vasta gamma di applicazioni, come per autocarri, autobus e veicoli per movimento terra.

Yard Reader Station: la stazione per il ricevimento dei dati dallo pneumatico

La Yard Reader Station – stazione di lettura – è il componente di collegamento tra il sensore dello pneumatico e il back-end Continental. Questo strumento legge i dati dei sensori non appena il veicolo sosta accanto al ricevitore e trasmette questi dati al back-end che li analizza e li interpreta. La stazione di lettura può essere installata nei punti di maggior contatto della flotta, come impianti di lavaggio, stazioni di rifornimento o altri tipi di check-point.

Il portale web – l’interfaccia per l’intera flotta

Il portale web rappresenta l’interfaccia tramite la quale i fleet manager possono monitorare e tracciare proattivamente lo stato degli pneumatici e le prestazioni di tutti i veicoli facenti parte della propria flotta. Il portale offre molteplici opzioni di visualizzazione e garantisce l’accesso da qualsiasi tipo di dispositivo. E’ così possibile prendere visione dello storico dei dati dello pneumatico ed effettuare analisi retrospettive. Il portale web permette un monitoraggio da remoto delle prestazioni degli pneumatici dell’intera flotta e fa sì che solo i manager possano controllare la flotta.

Le notifiche – manager costantemente informati

ContiConnect fornisce notifiche ai fleet manager via e-mail o SMS e propone misure correttive, ove necessario. Le notifiche consentono ai fleet manager una migliore pianificazione della manutenzione degli pneumatici e assicurano che vengano tempestivamente segnalate possibili deviazioni. Per l’intera flotta ciò si traduce in maggiore produttività e minore manutenzione.

ContiConnect

Michael Neuheisel, responsabile di Continental per le soluzioni digitali per pneumatici di veicoli commerciali

Read More

Continental presenta ContiConnect™ Live

I dati degli pneumatici dei veicoli commerciali monitorati in tempo reale grazie a un’app dedicata.

Soluzione integrabile nei display dei sistemi telematici di Daimler Fleetboard e TomTom Telematics.

Lancio sul mercato previsto a partire dal secondo trimestre 2019.

In occasione della 67° edizione dell’International Motor Show (IAA) Veicoli Commerciali di Hannover, Continental, azienda leader nel settore tecnologico e per la produzione di pneumatici di alta qualità, ha presentato oggi l’upgrade della sua piattaforma digitale di controllo pneumatici: ContiConnect Live, disponibile a partire dal secondo trimestre 2019, che è in grado di comunicare in tempo reale agli operatori di flotte di autotrasporto e autobus la presenza di un problema di temperatura o pressione di un pneumatico, anche quando il veicolo è in movimento. Tutte le informazioni vengono poi trasferite ai server e al portale web, attraverso l’app ContiConnect™ Driver, altra novità annunciata dal Gruppo. Entro la fine dell’anno, i dati sugli pneumatici raccolti dall’app saranno visualizzabili sui dispositivi Daimler Fleetboard e TomTom Telematics e su altri dispositivi Android, come smartphone e tablet. ContiConnect Live rappresenta un’ulteriore evoluzione del moderno portfolio già lanciato con successo da Continental su 15 mercati con il nome di ContiConnect Yard, soluzione che utilizza una stazione di lettura posizionata nel deposito veicoli.

b051a1c9-8d5d-445e-b32e-693a81aea2bb

Nikolai Setzer, membro del Consiglio di amministrazione Continental e Capo della divisione Pneumatici ha affermato durante la presentazione: “ContiConnect Live integra le nostre soluzioni digitali per pneumatici di veicoli commerciali all’interno di sistemi e display esistenti. I nostri clienti potranno così gestire gli pneumatici in modo totalmente digitale a partire dai loro dispositivi. In questo modo, avranno l’opportunità di sfruttare ancora meglio i vantaggi della digitalizzazione e gestire gli pneumatici in modo sensibilmente più efficace”.

62f1c410-0c32-4393-83ed-bf3b7f30410a

A ottobre, inoltre, Continental rilascerà un aggiornamento di ContiConnect. Il portale web, tra le altre funzioni, offrirà più opzioni di impostazione, migliorando anche l’aspetto estetico dell’intera applicazione.

Dal 2013, la business unit di Continental dedicata agli pneumatici per veicoli commerciali ha introdotto sui mercati di tutto il mondo ContiPressureCheck™, il suo speciale sistema di controllo della pressione pneumatici, sviluppando e consolidando al contempo le sue soluzioni digitali. Il sistema di controllo pneumatici per veicoli singoli è ora integrato nelle soluzioni di oltre 35 provider telematici di tutto il mondo. Dal 2017, è inoltre affiancato da ContiConnect Yard, una soluzione per il monitoraggio pneumatici di più veicoli. Qui i dati vengono trasmessi direttamente ai responsabili delle flotte di veicoli, supportando così la loro attività di controllo. In caso di discrepanze rispetto allo stato ideale, ContiConnect provvede a inviare notifiche e a suggerire misure correttive. Il sistema fornisce inoltre report sulle prestazioni degli pneumatici e sull’efficienza generale della flotta.

c5a4b858-fe9c-4c6b-8173-8bc34a2bffa2

Read More

All’IAA di Hannover Continental presenta nuovi sviluppi di ContiConnect

La piattaforma digitale consente alle flotte di veicoli commerciali di monitorare i dati dei loro pneumatici.

È prevista la presentazione di un upgrade per la soluzione digitale di monitoraggio pneumatici, che diventa così una piattaforma integrata.

Continental presenterà anche altri prodotti e ulteriori soluzioni per il trasporto a lunga distanza del futuro.

In occasione della 67° edizione del Salone internazionale per veicoli commerciali (IAA Veicoli Commerciali) di Hannover, Continental presenterà un nuovo upgrade per ContiConnect, la sua piattaforma digitale di monitoraggio pneumatici. Il portfolio prodotti verrà così ulteriormente rafforzato da una nuova soluzione integrabile nei sistemi esistenti. Continental viene incontro alle esigenze di quei clienti che desiderano un sistema di monitoraggio pneumatici integrato direttamente nei sistemi esistenti per la gestione della flotta. La versione precedente di ContiConnect è stata lanciata con successo su 15 mercati mondiali. Tale soluzione integrata fornisce agli operatori di flotte commerciali e alle società di autolinee un adeguato livello di trasparenza per ciò che riguarda temperatura e pressione di gonfiaggio degli pneumatici, unitamente ad altri dati relativi al veicolo. Eventuali miglioramenti saranno valutati attraverso un approccio olistico e implementati in modo mirato. Completano la panoramica generale sull’operatività della flotta commerciale, i report relativi alle condizioni, alla manutenzione e all’efficienza degli pneumatici. Ulteriori dettagli saranno annunciati da Continental durante la conferenza stampa.

Prodotti e soluzioni per il trasporto a lunga distanza presentati ali’IAA

Gli aggiornamenti apportati a ContiConnect rappresentano l’assoluta novità tra i prodotti e le soluzioni che Continental presenterà in occasione dell’IAA per rispondere alle sfide globali del trasporto a lunga distanza. Tra queste rientrano l’incremento dell’efficienza operativa, la riduzione delle emissioni di CO2, il risparmio di carburante e il miglioramento della sicurezza su strada. Continental presenterà i suoi prodotti durante la conferenza stampa che si terrà il 19 settembre dalle 14:15 alle 14:40 presso il padiglione 3B del Centro Congressi della fiera di Hannover. Maggiori informazioni sono disponibili al seguente link: http://www.continental.com/iaa-commercial-vehicles.

In linea con il suo slogan “Make the digital leap”, Continental illustrerà presso il suo stand (B11/A06, padiglione 17) in che modo l’industria dei trasporti stia compiendo un vero e proprio balzo in avanti verso la digitalizzazione e sia così in grado di sfruttare un nuovo potenziale in termini di efficienza. L’aspetto centrale sarà rappresentato dalle diverse sfide del traffico urbano, del trasporto a lunga distanza e della gestione delle flotte, assieme alle soluzioni progettate da Continental per gestire tali problematiche in modo efficace. In questo modo, Continental riprende anche lo slogan della IAA 2016: “Tradizione. Fiducia. Trasformazione”. presentando inoltre a tutti i visitatori esempi concreti di come i suoi prodotti e le sue soluzioni siano in grado di aiutare le aziende a trarre vantaggio dalla digitalizzazione e a fare con successo il grande salto nel mondo digitale.

Read More

Continental Truck On Tour: protagonista chi guida

Forte partecipazione per l’edizione 2018 del tour che ha avuto un grande successo di pubblico con centinaia di autisti di mezzi pesanti che hanno usufruito della consulenza degli esperti di Continental.

Il Conti Truck On Tour 2018 è stato un grande successo. Grande apprezzamento per l’iniziativa è stato dimostrato dagli autisti, i veri protagonisti del mondo del trasporto e dei servizi messi a disposizione da Continental. Oltre 500 di loro hanno interagito con gli specialisti della sicurezza di Continental – presenti nelle aree di sosta dove il truck appositamente allestito ha fatto tappa – ricevendo una consulenza sullo stato di usura degli pneumatici, informazioni utili sull’utilizzo dei cronotachigrafi ed approfittando delle aree relax a loro riservate.

e37c45d3-e735-48a8-855b-400b7251bf9f

 

“Siamo molto soddisfatti – sottolinea Enrico Moncada, responsabile della business Unit Truck Replacement di Continental Italia – dell’esito del Conti Truck On Tour 2018. Gli autisti con cui siamo entrati in contatto si sono dimostrati particolarmente sensibili al tema della sicurezza stradale, tema che rappresenta per Continental un valore fondamentale sia per ciò che riguarda i prodotti messi in commercio sia per i servizi che mettiamo a disposizione dei driver”.

Il Truck On Tour rappresenta per Continental un’occasione unica per entrare in contatto con gli utenti finali che sono, da sempre, i protagonisti di tutti gli sforzi che il gruppo mette in campo: prodotti innovativi e sicuri, soluzioni tecnologiche all’avanguardia ed una grande attenzione a chi guida e alla sicurezza di tutti gli utenti della strada. Con questa missione, Continental approccia il mondo del trasporto a 360°, con una visione di insieme che parte proprio dalle persone alla guida.

In quest’ottica sono pensate soluzioni quali le aree relax, disponibili a bordo del truck protagonista del tour e i consigli sugli esercizi di ginnastica posturale messi a punto appositamente per chi passa molte ore al volante. Particolarmente apprezzato il simulatore del sistema di controllo della pressione degli pneumatici Conti PressureCheck, che ha permesso di toccare con mano la funzionalità di uno strumento indispensabile per la sicurezza e per l’efficienza in termini di consumo di carburante.

La passione degli autisti dei mezzi pesanti ha avuto quest’anno il suo momento “magico” al Weekend del Camionista, che ha visto una straordinaria affluenza di professionisti e di appassionati dei mezzi pesanti e da cui ha preso il via il Conti Truck On Tour 2018.

03967b95-da64-48a7-830d-2f40f86f852c

Le tappe successive del Tour sono state ad Ancona (il 28 maggio presso l’area di servizio Esino Ovest sulla A14), Bologna (il 30 maggio presso l’area di servizio Sillaro Ovest sulla A14), Brescia (il 31 maggio presso l’area di servizio Valtrompia Nord sulla A4), Piacenza (l’1° giugno prezzo l’area di servizio Arda Ovest sulla A1), Caserta (il 5 giugno presso l’area di servizio Teano Est sulla A1) e Roma (il 6 giugno presso l’area di servizio Prenestina Ovest sulla A1).

Particolarmente significativa la conclusione del Tour, con la scenografica apparizione del truck alla riunione annuale della rete dei Conti360°, il network di professionisti di pneumatici e servizi truck di Continental. I dealer della rete, veri artefici della diffusione dei prodotti e degli innovativi servizi alle flotte, hanno così sancito la loro partecipazione all’iniziativa, network promosso nelle diverse tappe a diretto contatto con gli autisti dei mezzi.

Le informazioni raccolte nel corso del Truck On Tour 2018 sono in fase di elaborazione, e – proprio perché derivate direttamente dal contatto con l’utente finale – costituiranno un punto di riferimento importante nella progettazione di nuove iniziative e di servizi che andranno a completare l’offerta di Continental al mondo dei professionisti del trasporto.

Il gruppo dedica grande attenzione alle necessità delle aziende del settore ed offre loro una gamma completa di soluzioni per rendere più efficiente, più economica e più ecologica la gestione di una flotta mezzi. Le soluzioni, che fanno parte del programma Conti360° Fleet Services, sono pensate per ogni tipo di veicolo e comprendono soluzioni personalizzate, una rete internazionale e un Network di Partner dedicato. Nell’offerta di Continental rientra un programma completo di ricostruzione, ContiLifeCycle, che può contribuire in maniera determinante a risparmiare risorse e ottimizzare i costi operativi totali delle flotte.

Read More